spacer.png, 0 kB
INFORMAZIONI

Cos'è SANSONE
MODULO D'ISCRIZIONE

ORARI

Sante Messe

- Feriale: 8.30 - 18.00
- Prefestiva: 18.00
- Festiva: 7.30 - 9.00 - 10.30 - 18.00

Catechesi anno 2016/2017

Elementari
- Prima:
- Seconda: Giovedì 16:45 - 18:00
- Terza: Lunedì 16:45 - 18.00
- Quarta: Martedì 16:45 - 18:00
- Quinta: Venerdì 16:45 - 18:00
Medie
- Prima: mercoledì 16,45 -18:00
- Seconda: venerdì 18,30 - 19,45
- Terza: venerdì 20,30 - 21,45
Adolescenti
- Prima superiore:
venerdì 20,45 - 22,00 (sempre a Sovico)

- Seconda e terza superiore:
venerdì 20,45 - 22,00
(a Sovico e Macherio alternati)

- 18/19 enni e giovani
mercoledì 21,00 (a Biassono)
-

Parrocchia

Segreteria parrochiale

- Da Lunedì a Venerdì dalle 9:00 alle 11:00 - dalle 17.00 alle 19.00
- Sabato dalle 9:00 alle 11:00

Oratorio

Il bar dell'oratorio è aperto i seguenti giorni con i seguenti orari:

- Lunedì dalle 20:30 alle 23:00
- Martedì dalle 20:30 alle 23:00
- Mercoledì dalle 20:30 alle 23:00
- Venerdì dalle 20:30 alle 23:00
- Sabato dalle 14:30 alle 16:30 e dalle 20:30 alle 23:00
- Domenica dalle 14:30 alle 19:00

Segreteria dell'Oratorio

- Martedì dalle 16:30 alle 18:00
- Mercoledì dalle 16:30 alle 18:00
- Giovedì dalle 16:30 alle 18:00
- Venerdì dalle 16:30 alle 18:00

Battesimi

Ogni prima domenica del mese

Percorso di preparazione al matrimonio cristiano

Il corso inizia il 29 Gennaio 2017.
Sono aperte le iscrizioni presso la
segreteria parrocchiale.

 

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home
Il Vangelo della Domenica - 26 Marzo 2017

IV DI QUARESIMA

DOMENICA DEL CIECO

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 9, 1-38b
In quel tempo. Passando, il Signore Gesù vide un uomo cieco dalla nascita e i suoi discepoli lo interrogarono: «Rabbì, chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché sia nato cieco?». Rispose Gesù: «Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è perché in lui siano manifestate le opere di Dio. Bisogna che noi compiamo le opere di colui che mi ha mandato finché è giorno; poi viene la notte, quando nessuno può agire. Finché io sono nel mondo, sono la luce del mondo». Detto questo, sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò il fango sugli occhi del cieco e gli disse: «Va’ a lavarti nella piscina di Sìloe» – che significa Inviato. Quegli andò, si lavò e tornò che ci vedeva. Allora i vicini e quelli che lo avevano visto prima, perché era un mendicante, dicevano: «Non è lui quello che stava seduto a chiedere l’elemosina?». Alcuni dicevano: «È lui»; altri dicevano: «No, ma è uno che gli assomiglia». Ed egli diceva: «Sono io!». Allora gli domandarono: «In che modo ti sono stati aperti gli occhi?». Egli rispose: «L’uomo che si chiama Gesù ha fatto del fango, mi ha spalmato gli occhi e mi ha detto: “Va’ a Sìloe e làvati!”. Io sono andato, mi sono lavato e ho acquistato la vista». Gli dissero: «Dov’è costui?». Rispose: «Non lo so». Condussero dai farisei quello che era stato cieco: era un sabato, il giorno in cui Gesù aveva fatto del fango e gli aveva aperto gli occhi. Anche i farisei dunque gli chiesero di nuovo come aveva acquistato la vista. Ed egli disse loro: «Mi ha messo del fango sugli occhi, mi sono lavato e ci vedo». Allora alcuni dei farisei dicevano: «Quest’uomo non viene da Dio, perché non osserva il sabato». Altri invece dicevano: «Come può un peccatore compiere segni di questo genere?». E c’era dissenso tra loro. Allora dissero di nuovo al cieco: «Tu, che cosa dici di lui, dal momento che ti ha aperto gli occhi?». Egli rispose: «È un profeta!». Ma i Giudei non credettero di lui che fosse stato cieco e che avesse acquistato la vista, finché non chiamarono i genitori di colui che aveva ricuperato la vista. E li interrogarono: «È questo il vostro figlio, che voi dite essere nato cieco? Come mai ora ci vede?». I genitori di lui risposero: «Sappiamo che questo è nostro figlio e che è nato cieco; ma come ora ci veda non lo sappiamo, e chi gli abbia aperto gli occhi, noi non lo sappiamo. Chiedetelo a lui: ha l’età, parlerà lui di sé». Questo dissero i suoi genitori, perché avevano paura dei Giudei; infatti i Giudei avevano già stabilito che, se uno lo avesse riconosciuto come il Cristo, venisse espulso dalla sinagoga. Per questo i suoi genitori dissero: «Ha l’età: chiedetelo a lui!». Allora chiamarono di nuovo l’uomo che era stato cieco e gli dissero: «Da’ gloria a Dio! Noi sappiamo che quest’uomo è un peccatore». Quello rispose: «Se sia un peccatore, non lo so. Una cosa io so: ero cieco e ora ci vedo». Allora gli dissero: «Che cosa ti ha fatto? Come ti ha aperto gli occhi?». Rispose loro: «Ve l’ho già detto e non avete ascoltato; perché volete udirlo di nuovo? Volete forse diventare anche voi suoi discepoli?». Lo insultarono e dissero: «Suo discepolo sei tu! Noi siamo discepoli di Mosè! Noi sappiamo che a Mosè ha parlato Dio; ma costui non sappiamo di dove sia». Rispose loro quell’uomo: «Proprio questo stupisce: che voi non sapete di dove sia, eppure mi ha aperto gli occhi. Sappiamo che Dio non ascolta i peccatori, ma che, se uno onora Dio e fa la sua volontà, egli lo ascolta. Da che mondo è mondo, non si è mai sentito dire che uno abbia aperto gli occhi a un cieco nato. Se costui non venisse da Dio, non avrebbe potuto far nulla». Gli replicarono: «Sei nato tutto nei peccati e insegni a noi?». E lo cacciarono fuori. Gesù seppe che l’avevano cacciato fuori; quando lo trovò, gli disse: «Tu, credi nel Figlio dell’uomo?». Egli rispose: «E chi è, Signore, perché io creda in lui?». Gli disse Gesù: «Lo hai visto: è colui che parla con te». Ed egli disse: «Credo, Signore!».

TUTTE LE LETTURE

 
La visita del Papa a Milano
Scritto da Roberto   

TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

PER PARTECIPARE ALLA MESSA A MONZA

Domande e risposte per vivere al meglio la Santa Messa con Papa Francesco del 25 marzo al parco di Monza

A che ora aprono i varchi del parco di Monza? A che ora chiudono?
Apriranno alle ore 8. È necessario trovarsi nei settori della Messa entro le ore 14.

Si può partecipare agli incontri del Papa nella città di Milano?
Si può partecipare all’Angelus in piazza Duomo. Non sono previsti biglietti. Occorrerà superare i controlli per la sicurezza. L’Angelus è previsto per le ore 11.00 e durerà alcuni minuti. L’incontro alle Case Bianche di via Salomone è riservato ai residenti in possesso dei biglietti. L’incontro a San Siro è riservato ai cresimandi e cresimati entro l’anno. Le iscrizioni sono chiuse. L’incontro in Duomo è riservato ai sacerdoti.

Come si può partecipare alla Messa al Parco di Monza?
La partecipazione alla Messa è gratuita. I fedeli dovranno pagare solo il costo dei mezzi per il trasporto. Tutti coloro che desiderano partecipare alla Messa possono iscriversi entro il 19 marzo presso la propria parrocchia (o Movimento/Associazione di riferimento) che darà anche le indicazioni sui mezzi di trasporto da utilizzare. Precisiamo tuttavia che i pellegrini potranno raggiungere il luogo della messa solo con treno, pullman Gran Turismo (GT) organizzati dalle parrocchie, in bicicletta o a piedi. All’interno del Parco si potrà entrare solo a piedi, ad eccezione dei disabili Tutte le informazioni e le ordinanze sono da oggi disponibili sul sito del Comune (www.comune.monza.it). I cittadini oltre al sito potranno anche chiamare lo 039.2372101 attivo 24 ore.

Come si arriva al Parco?
Il raggiungimento del Parco per ognuno avverrà assieme al proprio gruppo di riferimento, guidato da un capogruppo munito di pass di accesso al Parco, cumulativo per tutti i fedeli del suo gruppo. L’accesso al Parco avverrà per più varchi. Le distanze da percorrere a piedi vanno da un minimo di 15 minuti a un massimo di 45.

Si potrà arrivare nelle vicinanze del sito della Messa con l’auto?
No, in tutta la città di Monza il traffico veicolare privato sarà interdetto, ad eccezione dei mezzi di soccorso ed emergenza, dalle 8.30 alle 20. Deroghe saranno concesse per motivi di lavoro con certificazione, per chi si reca negli ospedali cittadini, per chi deve raggiungere strutture alberghiere con prenotazione e altri soggetti elencati nelle ordinanze pubblicate sul sito del Comune di Monza (www.comune.monza.it).

Leggi tutto...
 
ORAtour 2017
Scritto da Redazione   

Album fotografico

CARNEVALE AMBROSIANO DEI RAGAZZI

4 MARZO 2017

ORATORIO DI SOVICO


Clicca sulla foto

 
Fotografie di Febbraio 2017
Scritto da Redazione   


UNA DOMENICA IN ORATORIO CON
L'OPERAZIONE MATO GROSSO


FESTA DEL TESSERAMENTO ALPINO


Cliccare sulle foto per andare alla galleria di immagini

 

 
Quaresima 2017 - Messaggio del Papa
Scritto da Redazione   

Messaggio del Santo Padre Francesco

per la Quaresima 2017

LA PAROLA E' UN DONO

L'ALTRO E' UN DONO

Cari fratelli e sorelle, la Quaresima è un nuovo inizio, una strada che conduce verso una meta sicura: la Pasqua di Risurrezione, la vittoria di Cristo sulla morte. E sempre questo tempo ci rivolge un forte invito alla conversione: il cristiano è chiamato a tornare a Dio «con tutto il cuore» (Gl 2,12), per non accontentarsi di una vita mediocre, ma crescere nell’amicizia con il Signore. Gesù è l’amico fedele che non ci abbandona mai, perché, anche quando pecchiamo, attende con pazienza il nostro ritorno a Lui e, con questa attesa, manifesta la sua volontà di perdono (cfr Omelia nella S. Messa, 8 gennaio 2016). La Quaresima è il momento favorevole per intensificare la vita dello spirito attraverso i santi mezzi che la Chiesa ci offre: il digiuno, la preghiera e l’elemosina. Alla base di tutto c’è la Parola di Dio, che in questo tempo siamo invitati ad ascoltare e meditare con maggiore assiduità. In particolare, qui vorrei soffermarmi sulla parabola dell’uomo ricco e del povero Lazzaro (cfr Lc 16,19-31). Lasciamoci ispirare da questa pagina così significativa, che ci offre la chiave per comprendere come agire per raggiungere la vera felicità e la vita eterna, esortandoci ad una sincera conversione.

Leggi tutto...
 
Torneo Serale 2017
Scritto da Andrea   

Anche quest'anno l'oratorio con l'aiuto del gruppo sportivo oratoriano, organizza il torneo serale di calcio e pallavolo. Per scaricare il regolamento entra nell'area Documenti, sezione Oratorio.

 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB